Il mondo è tutto ciò che accade
(Ludwig Wittgenstein)
ita | eng
Area Clienti
Il Giudice del Lavoro di Grosseto boccia l operazione Poseidone dell I.N.P.S.
Date: 20/05/2015
Il Giudice del Lavoro di Grosseto boccia l’operazione “Poseidone” dell’I.N.P.S.: se non sussistono i requisiti di “abitualità e prevalenza” il socio di una azienda commerciale non può essere iscritto d’ufficio alla “gestione commercianti” e non paga i contributi (sentenza n. 171/2015 del 19.5.2015, est. Dott.ssa Antonella Casoli). Nell’anno 2009 l’Inps ha dato avvio sul territorio nazionale alla cosiddetta “operazione Poseidone”, nel corso della quale l’ente previdenziale – avuto accesso ai flussi informativi relativi alle dichiarazioni dei redditi dei soggetti titolari di partita IVA nonché alle dichiarazioni reddituali presentate da società di persone aventi forma giuridica di Sas e Snc operanti nel settore terziario – ha provveduto ad iscrivere d’ufficio nella gestione commercianti e con effetto retroattivo i soci per i quali l’attività svolta presso l’impresa, in base alle dichiarazioni dei redditi delle predette società, costituiva occupazione prevalente. In taluni casi, tuttavia, tali iscrizioni sono state effettuate senza verificare se effettivamente l’attività svolta dal socio fosse rivestisse i caratteri della abitualità e prevalenza, come invece richiesto dalla normativa. Il caso deciso dal tribunale di Grosseto riguarda l’avviso di addebito del 9 dicembre 2013 (avverso il quale l’interessata ha proposto ricorso con il patrocinio dell’Avv. Alessandro Antichi) con il quale l’INPS intimava a una socia di impresa commerciale il pagamento della somma di Euro 30.703,99= per omissioni contributive, sanzioni, interessi e compensi di riscossione. I contributi richiesti si riferivano all’intero periodo compreso tra il gennaio 2006 e il dicembre 2012 e riguardavano il contributo fisso per contributi I.V.S. relativi alla “gestione commercianti”. L'Inps avrebbe dovuto fornire la prova in ordine alla sussistenza dei presupposti previsti dalla l. n. 662/1996 poiché che il compito di provare i fatti costitutivi del diritto spetta sempre alla parte che si afferma titolare del diritto che intende far valere, ancorché essa sia convenuta in un giudizio di accertamento negativo (Cfr. Cass. 10 novembre 2010, n. 22862 e Cass. 18 maggio 2010, n. 12108). Il tema probatorio che incombeva all’istituto previdenziale, riguardava appunto il fatto della prestazione personale, abituale e prevalente di attività di lavoro da parte della socie, nella società di cui era socia. Infatti l'obbligo contributivo non sorge in capo al socio di s.n.c. unicamente in forza del rapporto societario, ma solo allorché sia provato il requisito di cui all'art. 1, co. 203, lett. c, l. n. 662/1996, cioè la partecipazione del socio al lavoro aziendale con carattere di abitualità e prevalenza. Tuttavia l’apporto della socia alla attività sociale è risultato assolutamente minimale e non ha dato luogo al conseguimento di alcun reddito significativo. Mancano dunque i requisiti di abitualità e prevalenza dell'attività prestata rispetto alla partecipazione al lavoro aziendale ai fini dell'iscrizione alla gestione assicurativa; manca il requisito dell'abitualità, intendendo quest'ultima come svolgimento dell'attività lavorativa con sistematica costanza e non occasionalmente; manca il requisito della prevalenza che risponde allo scopo di valutare se l'apporto lavorativo del soggetto all'attività di impresa è preminente rispetto ad altri. Il Tribunale di Grosseto ha quindi dichiarato non dovute le somme pretese dall’INPS e ha condannato l’istituto previdenziale alla rifusione delle spese di causa.
<< Back
The Firm

For over thirty years Antichi Law Firm is a point of reference for anyone who wants to argue his case before Justices, reports in civil and commercial affairs, in relations with public administrations, in defense of their rights and interests.

The....

MORE
Publications

Dalla mediazione all' arbitrato amministrato
Tesi dell' Avv. Alessandro Antichi 
Salvataggio delle Banche in Europa Gestione Transfrontaliera delle crisi

MORE
Alessandro Antichi (Grosseto, May 14, 1958) obtained his Laurea Magistrale in Civil Law, with honors (110/110 cum laude), from University of Siena in March 30, 1982.He received......read more
Giovanni Niccolò Antichi (Grosseto, July 25, 1988) is a graduate in Corporate Law at Luiss Guido Carli University in Rome (110/110 Summa cum Laude and Special Acknowledgement)......read more
Michele Pelosi (Grosseto, November 27, 1972), graduated in Law at the University of Siena in December 4, 1998 with a thesis on Criminal Law. He qualified to practice law in the......read more
Federica de Silva (Venice, June 28, 1981) is a graduate in Law from the University of Padova in 2006 with a thesis in Commercial Criminal Law. She qualified to practice law in the Court......read more