Il mondo è tutto ciò che accade
(Ludwig Wittgenstein)
ita | eng
Area Clienti
Via i sigilli dall impianto a biogas Accolto anche il secondo ricorso L azienda - Cinigiano Agri Power Plus - al Campone potrà riaprire
Date: 11/11/2014
La Nazione. POTREBBE essere la volta buona per togliere i sigilli dall'impianto di biogas di Campone, nel comune di Cinigiano. E' infatti stato accolto anche il secondo ricorso — quello contro il sequestro preventivo per equivalente — presentato dall'avvocato Alessandro Antichi per conto della «Cinigiano Agri Power Plus»: l'azienda che gestisce la struttura. La decisione è stata presa dallo stesso Tribunale del Riesame (composto dai giudici Giovanni Puliatti, Sergio Compagnucci e Giovanni Muscogiuri) che aveva già accolto più di un mese la prima impugnazione presentata dall'azienda che gestisce la struttura. Nell'accogliere quel ricorso, che l'avvocato Antichi aveva presentato per conto degli indagati Andrea Salzillo, Giovanni Di Meo e per la Cinigiano Agri Power Plus, i giudici del Riesame evidenziarono alcuni passaggi che a loro dire non sarebbero stati tenuti in considerazione nella riproposizione della seconda richiesta di sequestro. «Nei ventuno giorni intercorsi — scrivono i giudici — dalla pronuncia dell'ordinanza di riesame in data 17 ottobre non risulta intervenuta alcuna particolare mutazione della situazione di fatto. Gli unici elementi di novità suscettibili risultano quelli contenuti nell'informativa della questura il 27 ottobre e negli ulteriori atti della procura, cioè il ricorso per Cassazione».
IN SOSTANZA dalla procura sono stati riproposti — secondo i giudici del Riesame — le stesse argomentazioni per supportare la richiesta di sequestro per equivalente. Sulla contestazione della tardiva realizzazione dell'entrata in funzione dell'impianto, già nel provvedimento di settembre i giudici hanno sottolienato che «risulta che la società proprietaria dell'impianto lo abbia realizzato nei tempi e secondo le modalità prescritte dai presupposti provvedimenti dell'amministrazione provinciale, comprovata la veridicità della dichiarazione presentata alla Gse il 15 aprile 2013». Facendo i giudici una netta distizione tra l'entrata in esercizio e in esercizio commerciale. Sull'approvvigionamento delle materie prime per le biomasse, la procura contesta l'utilizzo — come previsto dalla normativa — di oltre il 50% provenienti dalla produzione propria, ma su questo i giudici del Riesame nell'accogliere anche il secondo ricorso, sottolineano come siano necessari su questo: «ulteriori riscontri investigativi, poiché si ha motivo di ritenere che quelli eseguiti consistano in definitiva dell'escussione di informazioni ricevute soltanto da alcune delle persone informate e soltanto in alcuni dei fatti rilevanti».
c.r.
<< Back
The Firm

For over thirty years Antichi Law Firm is a point of reference for anyone who wants to argue his case before Justices, reports in civil and commercial affairs, in relations with public administrations, in defense of their rights and interests.

The....

MORE
Publications

Dalla mediazione all' arbitrato amministrato
Tesi dell' Avv. Alessandro Antichi 
Salvataggio delle Banche in Europa Gestione Transfrontaliera delle crisi

MORE
Alessandro Antichi (Grosseto, May 14, 1958) obtained his Laurea Magistrale in Civil Law, with honors (110/110 cum laude), from University of Siena in March 30, 1982.He received......read more
Giovanni Niccolò Antichi (Grosseto, July 25, 1988) is a graduate in Corporate Law at Luiss Guido Carli University in Rome (110/110 Summa cum Laude and Special Acknowledgement)......read more
Michele Pelosi (Grosseto, November 27, 1972), graduated in Law at the University of Siena in December 4, 1998 with a thesis on Criminal Law. He qualified to practice law in the......read more
Federica de Silva (Venice, June 28, 1981) is a graduate in Law from the University of Padova in 2006 with a thesis in Commercial Criminal Law. She qualified to practice law in the Court......read more