Il mondo è tutto ciò che accade
(Ludwig Wittgenstein)
ita | eng
Area Clienti
No al fermo pesca, la Coldiretti chiede tutela per i pescatori della Maremma
Date: 12/08/2017
GROSSETO – Coldiretti Impresa Pesca Grosseto, in queste settimane, ha approfondito le varie criticità che nel settore, anche in Maremma, tengono con il fiato sospeso i pescatori. Rino Manno, presidente della sezione della pesca di Coldiretti, presso la sede provinciale, a più riprese, si è confrontato con i vertici dell’organizzazione. Il presidente Marco Bruni ed il direttore provinciale Andrea Renna hanno così preso parte ai focus di approfondimento al quale ha partecipato anche l’avvocato Alessandro Antichi con i referenti nazionali e regionali di Impresa Pesca di Coldiretti. “Fermo pesca 2017, pagamento del fermo pesca degli anni scorsi e ruolo attivo dei pescatori quali tutori dell’ambiente sono stati i temi sui quali si sono concentrate le discussioni – ha sottolineato il direttore Renna. “Il fermo pesca non ci piace, non ci piaceva prima e non troverà il nostro sostengo neppure in futuro – ha detto Manno. Il blocco delle attività, seppur posticipato ai primi di ottobre – ha continuato Manno – non rappresenta la risposta che attendevamo. Il blocco delle attività della flotta da pesca nel nostro territorio, a nostro parere, non ha davvero senso. Le garanzia che dall’anno prossimo tale blocco non dovrebbe esserci più non ci tranquillizzano poiché vogliamo fatti e non promesse per noi, le nostre famiglie ed i consumatori. In un Paese come l’Italia che importa più di 2 pesci su 3 nei territori interessati, con il fermo biologico, aumenta, peraltro, anche il rischio – continua Renna – di ritrovarsi nel piatto grigliate e fritture, soprattutto al ristorante, straniere o congelate. Per effettuare acquisti di qualità al giusto prezzo il consiglio di Coldiretti Impresapesca è dunque di verificare sul bancone l’etichetta, che per legge deve prevedere l’area di pesca (Gsa). Sul fermo, dal 2 ottobre al 31 ottobre, Manno, insieme a Coldiretti Grosseto, ha chiesto all’avvocato Antichi, di verificare se sussistano i presupposti per un’azione giuridica che tuteli i pescatori e blocchi il fermo. Non possiamo escludere – ha aggiunto Manno – alla vigilia del fermo anche azioni di protesta eclatanti. Al noto ed apprezzato legale grossetano, inoltre, è stato richiesto di predisporre la richiesta di liquidazione per tutti coloro che non hanno ancora ricevuto quanto previsto per il fermo pesca negli anni scorsi.
<< Back
The Firm

For over thirty years Antichi Law Firm is a point of reference for anyone who wants to argue his case before Justices, reports in civil and commercial affairs, in relations with public administrations, in defense of their rights and interests.

The....

MORE
Publications

Dalla mediazione all' arbitrato amministrato
Tesi dell' Avv. Alessandro Antichi 
Salvataggio delle Banche in Europa Gestione Transfrontaliera delle crisi

MORE
Alessandro Antichi (Grosseto, May 14, 1958) obtained his Laurea Magistrale in Civil Law, with honors (110/110 cum laude), from University of Siena in March 30, 1982.He received......read more
Giovanni Niccolò Antichi (Grosseto, July 25, 1988) is a graduate in Corporate Law at Luiss Guido Carli University in Rome (110/110 Summa cum Laude and Special Acknowledgement)......read more
Michele Pelosi (Grosseto, November 27, 1972), graduated in Law at the University of Siena in December 4, 1998 with a thesis on Criminal Law. He qualified to practice law in the......read more
Federica de Silva (Venice, June 28, 1981) is a graduate in Law from the University of Padova in 2006 with a thesis in Commercial Criminal Law. She qualified to practice law in the Court......read more